Il disordine in casa

I pericoli che si possono annidare in casa a volte derivano solo dal disordine. Quando cerchiamo un oggetto e non lo troviamo nel nostro animo si instaura uno stato di apprensione e di irrequietezza che ci può condurre a fare errori su errori. Altro grosso problema in una stanza in disordine è la possibilità di inciampare. Pensiamo solo ai giocattoli che possiamo trovare in giro se l’appartamento fosse abitato anche dai bambini. Per noi adulti l’errore più grosso è dovuta alla fretta, il tempo non basta mai e le cose si fanno un po’ con superficialità. Tra gli ambienti che devono destare attenzione c’è sicuramente il ripostiglio.
Nel ripostiglio ci si mette di tutto: dalle scope, ai detersivi e ai solventi; più tutto ciò che non deve essere visibile. Un consiglio che posso dare è: se usiamo nel ripostiglio un armadietto o scaffale: metteremo in alto, le cose che non contengono sostanze tossiche o corrosive: candeggina, acidi e altri liquidi che si possono versare, contenitori in vetro e oggetti pesanti, difficili da raggiungere.
Un’attenzione particolare, la si dovrebbe dare alle zone poco illuminate come i corridoi e gli angoli bui. In queste zone non ci dovrebbero essere oggetti e suppellettili bassi: poco visibili che intralciano il cammino. In cucina tenere i bambini lontano dai fornelli.
Chi cucina dovrebbe sempre ricordare di spegnere i fornelli che non sta utilizzando e di raccogliere, e tenere in ordine le posate quando non si usano. Duranti i giochi: all’aperto o in cameretta, i bimbi dovrebbero essere sempre sorvegliati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *